mercoledì 23 febbraio 2011

Berlusconi ha vinto! Gioacchino Genchi destituito dalla Polizia di Stato



83 commenti:

Anonimo ha detto...

Le esprimo tutta la mia solidarietà.
Un caro saluto.
Claudia Esposito

Anonimo ha detto...

Ha vinto questo round, ma è già bollito, al prossimo round finisce in galera, non riuscirà a divincolarsi dal processo per prostituzione minorile, è un fatto troppo grave e provatissimo, non come le invenzioni contro di te.

Forza Gioacchino!

Saluti,
Massimo

Forzutino ha detto...

Tutta la mia solidarietà. Un abbraccio!

Forzutino ha detto...

Tutta la mia solidarietà! Un abbraccio.

alma_pesce ha detto...

L'arte dell'andare è nella giusta via, la sono i tuoi amici, la tu sei forte; lasciati andare nella direzione nella quale puoi , se puoi. Se trovi la strada e la percorri, diventi forza, direzione e meta: niente e NESSUNO può fermarti.
Questo pensiero lo espresse Mohammed Tahir di Quetta (Belucistan) più di trent'anni fa. Vale sempre.
Sappi che le persone perbene ti sono grate e ti ringraziono enormemente per quello che hai fatto, stai facendo e farai per difendere la giustizia e la verità.
Francesco Gennaccaro di Torino.

Sigma ha detto...

farà ricorso?

Kurtz ha detto...

Ecco come obbligare un solerte funzionario a mettersi in politica invece di fare ciò che gli riesce meglio. Non ho parole, se non che vivo all'estero e in Italia non ci torno nemmeno a peso d'oro. Qui uno come lei sarebbe un eroe. Da noi vi gettano nel fango e vi tolgono di mezzo per proteggere i soprusi dei potenti. Che schifo!

Anonimo ha detto...

Immagino, da quello che hai scritto in questi anni, quanto possa dispiacerti questo provvedimento.

In bocca al lupo per la continuazione delle tue battaglie.

Johnnie, da Palermo

Anonimo ha detto...

E' una notizia che mi rattrista moltissimo.
E rattrista anche leggere questo documento del Ministero.

luca ha detto...

Dott. Genchi, tenga duro che le persone oneste credono in Lei,e gli intralazzatori saranno chiamati a rispondere delle loro nefandezze.
Luca

Anonimo ha detto...

oggi piove a Milano...è colpa di Berlusconi.

Alberto ha detto...

Berlusconi non vincerà mai, lui passerà alla storia come uno schifoso dittatore egocentrico, bugiardo e che commette reati. Tu invece non sarai pià poliziotto, ma sei persona onesta, sincera e competente... e la stima di tutte le persone sarà per te un tesoro immenso, più grande del grosso conto in banca ma della solitudine del nano.

Anonimo ha detto...

RICORRIAMO!!!!!!!

Walter Loggetti ha detto...

Gioacchino.
Forza e coraggio.
Non ti abbattere, Berlusconi può aver vinto una battaglia, forse anche la guerra, ma finché avremo persone come te come esempio, potremo ancora tenere la testa alta.

Anonimo ha detto...

Che potevamo aspettarci? Adesso tiri fuori tutto quello che sa senza alcuna remora, prima che qualcuno la faccia fuori dicendo magari che era amico dei mafiosi e via dicendo

giuseppe andrioli ha detto...

Leggo ora della sua destituzione dalla Polizia. Esprimo con questa breve nota tutta la mia solidarietà e stima a Lei, dott. Genchi, servitore di questo Stato indegno!

skugnizzo ha detto...

Questa è l'Italia. I poliziotti condannati per la morte di ragazzi innocenti sono sempre al loro posto e persone come Genchi vengono cacciate. Il mondo alla rovescia.
Forza Genchi, noi siamo con te, pronti al ricorso fino alla Corte Europea dei Diritti Umani se necessario!

Anonimo ha detto...

dottore, loro non viceranno mai.
a. mazzei

gigizza ha detto...

Lei, Sig.Genchi, senta l'onore di aver servito il popolo italiano ed i suoi figli sentano l'orgoglio di avere un padre come Lei.
Questa gentaglia che che si è messa di traverso sulla sua strada è destinata ad essere spazzata via dal desiderio di giustizia che sale nel sentire comune dei nostri concittadini.
GRAZIE per quello che ha fatto e per quello che farà.
Luigi Zazzera, 65 anni
cittadino italiano
attualmente in Bratislava (Slovacchia)
gigizza@gmail.com

Gigi Farinella ha detto...

Non riesco a credere a ciò che ho appena letto.
Carissimo Gioacchino, a Te va, come prima e più di prima, la mia stima e la mia solidarietà.
Gigi Farinella

Anonimo ha detto...

Sono gli ultimi colpi di coda...si rendono conto che stanno per cadere!

Alessandro Boggiano ha detto...

Era prevedibile, siamo in Italia.
Mi auguro solo che, viste le crepe che ampie si aprono anche su questo regime, si faccia in tempo a ribaltare quest'esito disgustoso.

Anonimo ha detto...

Vincere una battaglia non vuol dire vincere la guerra.

Cristian Palmas ha detto...

Sono profondamente addolorato per la sua destituzione.
Ho seguito la sua vicenda sui giornali sin dai tempi di Why not, ho letto "Il caso Genchi" e ho avuto la fortuna di poterla vedere di persona a Riccione, nel 2008, insieme a Borsellino e Barbato: ha dimostrato a tutti che lei è non solo un grandissimo servitore dello Stato ma anche un grande uomo.

Ho saputo stasera di questa notizia, segnalata proprio da Borsellino alla cena dedicata a lui al Fuori Orario di Taneto di Gattatico. Sono addolorato non solo per lei ma anche per il nostro Paese. Perché se uno come lei è stato espulso con scuse assurde e ridicole, mentre i responsabili delle violenze del G8 fanno carriera, vuol dire che in Italia la giustizia è sul punto di morire.

Spero tanto che lei vinca il suo ricorso. Sia per lei che per la nostra amata patria. In ogni caso, lei per me e gli Italiani onesti rimane sempre il vice questore Genchi.

Anonimo ha detto...

cosa ci si poteva aspettare di diverso.
tira dritto gioacchino, sappiamo bene da che parte stare. e non siamo pochi.

Emile ha detto...

non so se può servire, ma ha tutta la mia stima... l'Italia ha bisogno di persone come lei.

Anonimo ha detto...

Caro dott. Genchi,

purtroppo questa decisione era da tempo prevedibile.
Spero che in Italia ci sia una dignitosa e pacifica reazione popolare a questa decisione scandalosa. Il silenzio sarebbe un atto di complicità dei molti con chi abusa del potere.
Chi ti scrive vive in Svizzera, ma segue su Youtube tutti i tuoi interventi.
L'Italia è sempre più un paese alla rovescia.
Visto da fuori e discutendo con membri della dispora italiana ed anche con gli italofili Svizzeri – a mio avviso viene fuori che la radice dei problemi italiani di cui questo ultimo atto della tua destituzione è un sintomo, è un problema culturale:
Chi delinque, ruba, è colpevole di malaffare e corruzione, va avanti e fa carriera, e in più viene visto da molta gente come furbo, scaltro e un esempio da seguire. Mentre chi fa il suo dovere onestamente, è corretto verso tutti, non si piega anche rinunciando a vantaggi professionali, viene visto come persona stupida e non furba - un modello da evitare. Purtroppo la cultura della legalità non ha ancora radici profonde.
Ma sono ottimista e credo che un esempio come tu, caro Genchi, faccia crescere questa piantina e renderla forte come un albero secolare.
Oggi non è il giorno di una sconfitta, ma il primo della rivincita. Io sono con te e moltissimi altri – non solo in Italia.
Con stima ed affetto
Carlo da Basilea

maria rosa ha detto...

Chi osa dire la verità e far conoscere le trame e le consorterie di certe caste, prima o poi subisce una punizione: usano ed ABUSANO del proprio potere per vendicarsi sulle persone scomode.
Ma Lei non si scoraggi: ha tutta la mia solidarietà e il mio incoraggiamento per fare ricorso al Tar.
Sia forte e non torni indietro.
maria rosa

Anonimo ha detto...

Hai tutta la mia stima e la mia ammirazione per chi si batte per un principio. la gente si è già scordata il sacrificio di Falcone, Borsellino e di tutti gli onesti servitori dello stato. E' difficile non rimanere delusi da così tanta ingiustizia. Sei nel cuore e nella mente di tanti che credono e lottano ancora per i valori della vita. Un abbraccio

Fabio

gianluca ha detto...

Grande Gioacchino! Attento che sei sempre osservato... dai tanti italiani che ti ammirano e ti prendono come esempio!

Anonimo ha detto...

Caro dott. Genchi tutta la nostra solidarietà e la speranza che questo sia uno degli ultimi gesti imposti dal caimano.
Il fresco profumo di libersta' sta arrivando anche da noi e Berlusconi se ne andrà molto presto.
AD MAIORA.

Angelo

Silvio Dell'Accio ha detto...

Spero parta subito in rete, una raccolta di firme a favore di Gioacchino Genchi
Silvio Dell'Accio
www.silviodellaccio.it

Nicola ha detto...

Un grazie per essere stato uno dei veri servitori dello stato e non del sultano di arcore!

Nino IRACI ha detto...

eccolo qua lo Stato.... Se fai parte della Polizia e dici qualcosa di vero sulle malefatte di berlusconi vieni destituito. Se ti chiami bossi puoi dire di pulirti il cu.o con la bandiera italiana e non succede nulla.
W l'Italia.
p.s. Genchi non mollare, prima o poi ci libereremo del dittatore di arcore

mario ha detto...

chissà se napolitano firmerà questa ennesima vergogna. un GRANDISSIMO abbraccio al prossimo(lo spero!) ministro di grazia e giustizia.

stefano ha detto...

stai su ,il tempo ti dara' ragione

Anonimo ha detto...

Dott. Genchi,
anch'io spero che partano subito forme di protesta in rete per questa decisione assurda.
Spero anche che sia dato il giusto risalto a questa vicenda in alcuni canali di informazione televisiva (unico mezzo, a quanto pare, per dar voce a ingiustizie come questa).
Un immenso grazie per quello che ha fatto e per quello che fara!

Vincenzo

Anonimo ha detto...

Gentile dott. Genchi, nell'esprimerLe tutta la solidarietà che si deve ad un fedele servitore dello Stato offeso da coloro della bandiera di quello si puliscono il...(questa - ahinoi! - è la loro faccia) è con la più viva partecipazione che la invito a resistere a questi attacchi proditori ed a rafforzare il suo proposito di adire il famoso Giudice a Berlino (in Italia sono la maggior parte) che possa bollare con il marchio della infamità morale e giuridica il provvedimento che La destituisce.
Sono sicuro che avrà al suo fianco dei patrocinatori di ottimo livello ma Le rappresento che - in cuor mio e nelle mie speranze - già mi sono idealmente riservato un posto di partecipe al collegio di difesa che, tutelando il suo buon diritto, La assisterà, restituendo dignità a tutti i cittadini.
Cordialmente La saluto, augurandole ogni successo.
Avv. Domenico BENEDUCE

Kurtz ha detto...

L'unico modo per evitare che un caso come questo non si ripeta è mandare a casa questo governo che sta mettendo in ginocchio il Paese. Ma da soli non lo faranno. Spingiamo l'ooposizione a dimettersi in massa dal Parlamento così che Napolitano debba sciogliere le camere e indire elezioni. Se siete d'accordo, firmate questa petizione: http://www.petizionionline.it/petizione/e-allora-dimettetevi-voi/3420

Gabriele Zanni ha detto...

Come al solito si è trovato un capro espiatorio. Devo dire con rammarico, anche dopo aver letto il Suo libro (e per questo essendomi "rovinato" l'estate scorsa) ed avendo ascoltato una Sua conferenza splendida a Palazzolo S/O (BS) insieme ai ragazzi di Addio Pizzo ed al Sindaco di Castelbuono, che Lei caro Giocchino si è trovato dalla parte giusta nel momento giusto. E questo almeno nel breve ed in Italia non paga. Si è speso per la legalità e contro l'arroganza dei potenti, che invece manipolano a proprio piacimento anche ciò che dovrebbe essere scontato, cioé il rispetto per le istituzioni che incidentalmente si trovano a ricoprire. La mia stima

Anonimo ha detto...

Sono momenti terribili,la corruzione impera nelle istituzioni,grazie a un uomo senza scrupoli come Berlusconi. Mi meraviglio come tanti solerti funzionari si inchinino davanti alla sua protervia.

Ha tutta la mia solidarietà. Stia attento però,non abbassi la guardia perchè "quelle" persone,sono capaci di tutto!!!

Virtualmente l'abbraccio.


Vitty

Anonimo ha detto...

Tieni botta Gioacchino! Quel decreto é la lurea in fallimento dello Stato Italiano.
Antonio

Anonimo ha detto...

Caro Gioacchino,
tutta la mia solidarietà. Quella stessa solidarietà che va a chi crede ancora allo Stato e combatte quotidianamente per uno Stato giusto, libero e democratico.
Spero in una forte mobilitazione su web, unica arma realmente democratica oggi a nostra disposizione.
Berlusconi non ha vinto. Berlusconi non può vincere.
Con stima
Antonio
(grande amante di Castelbuono...)

Anonimo ha detto...

Di norma sono sempre positiva ma questa mazzata non ci voleva.
Se sono riusciti a sconfiggere lei, Genchi, allora intravedo cose ancor più gravi all'orizzonte.
Non desista, la prego.
Conosco il suo coraggio e la sua determiazione.
Non desista.
Lo deve a se stesso e a tutti noi che crediamo il lei.
Grazie
Cinzia

giovanni ha detto...

signor Genchi lei ha tutta la mia solidarieta' e rispetto . Grazie per il suo lavoro e la sua battaglia, l'Italia ha bisogno di figli come lei ora piu' che mai. I rais passanogliatti delle persone oneste e coraggiose rimangono nei cuori di tutti! Viva l'Italia !

Anonimo ha detto...

Non posso che esprimere la mia solidarieta'. Speriamo che il TAR le dia ragione.

Marco ha detto...

non è questo lo Stato in cui mi riconosco. Non si arrenda. Sono le persone come Lei che danno lustro alle Istituzioni della Repubblica. Berlusconi e la sua cricca, non hanno vinto, hanno segnato un goal ma la partita è ancora aperta. E' aperta perchè, come dimostrano i fatti degli ultimi giorni in nord-Africa, i regimi seppur repressivi hanno sempre una scadenza naturale per motivi interni ed esterni.
Con stima
Marco

Antonio Nebbia ha detto...

Un saluto solidale, dottor Genchi. La seguii con interesse ed emozione a Martina Franca nel gennaio dell'anno scorso. Antonio Nebbia, Putignano (Ba) hopp@libero.it

Stefano Camarda ha detto...

Si chiude una porta e "noi" si abbatte un portone!! Coraggio!! Noi la seguiremo!! Andiamo in Europa a farci sentire!! PARLI CON I GIORNALI STRANIERI!!

LA RINGRAZIO PER IL SUO PREZIOSO CONTRIBUTO, LA ESORTO DARE IL SUPERMASSIMO IN QUESTO MOMENTO E DI COINVOLGERE LA GENTE!

Stefano Camarda
Palermo

Francesco Barbagli ha detto...

Non c'è da stupirsi purtroppo.
Il mondo va alla rovescia e chi fa il suo dovere senza guardare in faccia nessuno deve essere punito dal potente di turno.
Per quel che vale ti esprimo tutta la mia solidarietà.
Non mollare.

Francesco Barbagli
Livorno

Mario Barbaliscia di Lauro ha detto...

"Quando trionfa l'imbecillità essere sconfitti è un onore".
Probabilmente non ha bisogno di sentirselo dire, ma sappia che le persone come lei sono quelle che ci consentono ancora di andare fieri di essere italiani. E questa, invece, è e resta una vittoria più grande di tutte le sconfitte che dovremo eventualmente subire.
Con immensa stima,

Mario Barbaliscia di Lauro,
Genzano di Roma

giuseppe galluccio ha detto...

Massima soldiarietà. Purtroppo viviamo in un mondo rovesciato dove i delinquenti brindano e gli onesti tremano. Genchi cacciato; ganzner, manganelli, mori, de gennaro, i poliziotti di Genova, di Adrovandi sono sempre li.
Sperimao e elttiamo perchè si torni ad una decente normalità.

Anonimo ha detto...

Coraggio! Siamo tutti con te!!!

Francesco De Salvia ha detto...

Caro Dott. Genchi,
ho appena appreso della sua destituzione. Premettendo che ho letto il suo libro e seguito tutta la sua vicenda dall'inizio, se non erro nel febbraio 2009, quando Berlusconi La apostrofo' come ''Signore'' nell'ormai famoso intervento da Olbia, Le confesso con assoluta sincerita' che il provvedimento non mi coglie di sorpresa. Lei e' stato l'unico, e ripeto, l'unico che in questa nostra ''Povera Patria, schiacciata dagli abusi del potere, di gente infame che non sa cos'e' il pudore'', e' riuscito a far tremare i muri del palazzo. Lei con La sua integrita', tenacia, competenza e determinazione, ha finalmente smascherato questi nostri squallidi governanti che pensavano di averla fatta franca. Ingenuamente questi 'signori' hanno creduto che bastava '' chinarsi giunchi quando passa la china'', ma non hanno fatto i conti con un Poliziotto che nell'assoluto silenzio mediatico stava umilmente lavorando davanti al suo computer 18 ore (e forse piu') al giorno per la difesa del Popolo Italiano. Adesso, che hanno commesso il gravissimo errore di destituirLa, comincia il secondo tempo della partita. Adesso, posso affermare con certezza di non essere smentito, non La fermeranno piu'. Lei mi rende fiero di essere Italiano, e vivendo io all'estero, questo per me e' di vitale importanza. La ringrazio per avermi ridato la passione per credere ancora nelle nostre Istituzioni. Un grande abbraccio.

Francesco De Salvia

Anonimo ha detto...

Salve Sig.Genchi,mi chiamo Walter e ho 22 anni...lvolevo solo esprimerle la mia solidarietà per quanto successo e farmi portavoce di tanti altri ragazzi che la pensan come me,non sarà molto,ma sappia che c'è un'"Armata" di giovani che crede nel suo lavoro e condivide la sua battaglia,
Grazie!
Con stima
Sozio Walter
Bari

Anonimo ha detto...

RESISTERE!resistere!RICORRERE!!

Gianfranco

Anonimo ha detto...

Gentile dott. Genchi,
lei ha tutta la mia solidarietà.

Berlusconi avrà anche vinto riuscendo nel suo scopo, ma lei ha tutta la stima e la solidarietà di chi ama la VERITA' e questo nostro Paese.

La Storia giudicherà Berlusconi e tutti coloro che gli sono accanto.

Un giorno l'Italia sarà governata da persone perbene come lei.
Il fresco profumo di libertà spazzerà via il puzzo del compromesso.


"Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola"


Alessandra
Roma

Anonimo ha detto...

Lei ha tutta la mia solidarietà e una profonda stima.

E' un onore essere destituiti da figuri del genere, che invece promuovono o tengono al proprio posto i responsabili, condannati, delle violenze del G8 di Genova o del caso Cucchi, ad esempio.

Ad maiora,
Tommaso Ajello

Anonimo ha detto...

Ho appreso la notizia dal Fatto Quotidiano!Gli esprimo tutta la mia solidarieta'!Abbiamo perso una battaglia ma non la "guerra"!La stimo da diverso tempo specialmente da quando un'anno fa sono venuto ad ascoltarla a Maiolati Spontini.

Anonimo ha detto...

Le sono vicina con infinita stima,non si arrenda, come diceva il grande Eduardo "ha da passà a nuttata"

lokutus25 ha detto...

Io sto con Gioacchino Genchi.
Il Davo.

CHICCO ha detto...

Caro Gioacchino, sono senza parole! In questo paese gira tutto al contrario. Per tutto quello che hai fatto e che fai dovrebbero erigerti un monumento! Invece...
Hai la mia più totale solidarietà.
Non mollare.

Federico.

Anonimo ha detto...

Prevedo Genchi Ministro degli Interni. Ma bisogna sbrigarsi perché la vita sta passando !!

Anonimo ha detto...

Prevedo Genchi Ministro dell'Interno. Ma dobbiamo sbrigarci perché la vita sta passando !!

Anonimo ha detto...

forza Genchi adesso sarai libero di portare avanti quelle verità che i poteri forti temono, noi italiani onesti sappiamo bene che tu sei la guardia e non il ladro.Dallo tu ora il colpo di coda e comincia a pubblicare tutte le nefandezze di questo paese che sicuramente sono molte di più di quello che trapela nel libro.
Con stima Antonio

Anonimo ha detto...

No trovo parole adatte ad esprimere quello che provo nel leggere tale assurda notizia.
Questo paese è diventato una oligarchia che tuttavia , purtroppo, è espressione del popolo di cui è composto.
E' evidente che ciascuno ha il governo che si merita.
Ma Lei non meritava questo genere di trattamento, questa umiliazione, e forse, neanche il popolo bue meritava tutto ciò.
Non mi appello al giudice supremo, che pare dedito ad altre faccende: mi appello a tutti coloro che, pensando di avere le mani pulite, le tengono in tasca, inutilizzate.
Lo sdegno non serve: ci si impegni tutti verso la realizzazione di un altro modo di fare politica, che venga dal popolo, che sia vessillo di una giustizia forte con i forte e caritatevole con i beboli, l'esatto contrario di ciò che accade adesso.
Un abbraccio.
Francesco

maria ha detto...

Dottor Genchi le esprimo tutta la mia stima incondizionata, non si abbatta avranno vinto una battaglia non la guerra, tutti gli Italiani onesti sono al suo fianco,RESISTA RESISTA RESISTA. Con amicizia un forte abbraccio

Anonimo ha detto...

Non smetta mai di lottare! Forza e coraggio. Saluti

Anonimo ha detto...

ha tutta la mia solidarietà e il mio appoggio... non si perda d'animo e faccia ricorso contro questo licenziamento illegittimo, siamo tutti con Lei!

Anonimo ha detto...

che schiffo!che rabbia!pero non devi mollare gioacchino .je suis avec toi de tout coeur,la lutte doit continuer.

Anonimo ha detto...

Lotta per te e per noi, se ti servirà una mano ci saremo !

Rommy ha detto...

Sono veramente costernato !
Mi vergogno di appartenere a questa Nazione che non difende i suoi migliori elementi!
Le rinnovo la mia infinita stima e continuo a sperare che da questo incubo lei si possa svegliare in fretta.Non ho veramente parole per esternarle tutto il mio dispiacere a cui partecipano anche tutti i miei famigliari che ben conoscono grazie al suo libro,queste infamanti vicende!

Anonimo ha detto...

Gioacchino vieni nel Movimento Cinque Stelle!!
ti aspettiamo a braccia aperte!
Noi ti diamo la delega per migliorare questo paese alla deriva.
Abbiamo fiducia in te.
E poi.... tranquillo, con il ricorso al TAR giustizia sarà fatta.
Non mollare Gioacchino!

Roberto Ciarrocchi ha detto...

caro collega, davvero ero convinto che non avrebbero avuto l'indecenza così sfacciata di destituirti..
ti mando un abbraccio di stima e solidarietà.
continuerò a seguirti e a venire a vederti.
roberto ciarrocchi

Antonio da Roma ha detto...

Quindi finisce così: è una questione di "disdoro". Tutto il resto non conta, non esiste. Resta solo l'ombra di una schiena dritta. Grazie dottor Genchi.
Antonio da Roma

Anonimo ha detto...

E' innegabile che uno come Lei e scomodo ad alcuni, ma ha tanti che le sono vicini.

vedrà che la gente è dalla sua parte.

Anonimo ha detto...

sono le persone come lei, Gioacchino, che mi fanno sperare in un'Italia migliore.
L'onestà è un valore in cui credo e che in tantissimi vorrebbe fosse endemica al "genere" politico e dipendente pubblico.
Le esprimo tutta la mia stima e solidarietà.

Anonimo ha detto...

Da servitori della Repubblica a servi del califfo.

Poliziotto schifato

Anonimo ha detto...

Secondo me Berlusconi ha vinto una battaglia non la guerra tenga duro la guerra non potrà vincerla mai

emmarc.it ha detto...

mà, in famiglia le siamo tutti vicini
un abbraccio forte
emma

isti ha detto...

LE nostre più sentite condoglianze per una scelta così scellerata a danno di uno dei cittadini più stimati!
E la cosa più tragica è che in questa Italia del Bunga Bunga nessuno ha dato la notizia
Non mollare ... alla fine salterà fuori tutto il loro marciume!!!
Movimento 5 Stelle - Padova

M.Spallino ha detto...

Gioacchino, siamo con te.
E credo come te che "rientrerai dalla porta principale".
Michele

Maurizio ha detto...

Manganelli fa da garante alla cricca di deliquenti che siedono anche nella Polizia di Stato e che si comportano come i corleonesi degli anni sessanta contro i palermitani.

Le due anime della Polizia di Stato si rendono evidenti con questo foglio bollato, ma ridicolo.

Ridicolo perchè espellono un dirigente della Polizia di Stato per un 'comportamento scorretto' ma non dicono però se hanno fatto un'idagine interna per accertare se le denunce sostenute pubblicamente da Genchi siano fondate e provate da elementi concreti non confutabili.
Se avessero fatto altrettanto con Bruno Contrada in passato sarebbe anche accettabile l'espulsione di Genchi ma con Contrada o altri funzionari di differente moralità personale rispetto a Genchi non lo hanno fatto.

Manganelli poi insieme a Di Gennaro hanno una grossa colpa personale, erano nella 'cabina di regia' dei massacri del G8 di Genova insieme a Beppe Pisanu e Gianfranco Fini, hanno anche loro della macchioline sulla loro carriera ma non sono mai stati destituiti dai loro ruoli anczi hanno fatto carriera tutti.

Come hanno detto anche altri è solo una delle tappe di questa battaglia per la legalità, ed alla fine l'onestà vince.

Auguri a Gioacchino!