giovedì 25 marzo 2010

Altra sospensione dalla Polizia. I 'poteri forti' hanno deciso di farmi fuori

Alla vigilia della scadenza dellla sospensione dal servizio di un anno fa, ancora in attesa della pronuncia del TAR, mi è stato notificato un ulteriore provvedimento di sospensione dalla Polizia, con la contestazione dell'intervento al congresso dell'IDV. La mia coscienza e la solidarietà degli italiani onesti mi impongono di resistere a tutela di quella che non è mai stata una mia 'vicenda personale' ma uno degli attacchi più gravi allo stato di diritto.

40 commenti:

valerio ha detto...

Resista!!
Resista!!
Resista!!
La Sua ONESTA' deve prevalere ad ogni attacco alla stato di diritto.
Vedrà che i tempi cambieranno ....
Con infinita stima
Valerio G.

Alfredo ha detto...

Deve finire questa storia inifinita per tornare legalmente al tuo onesto lavoro !
Avendoti ascoltato in due tue conferenze nel Fermano, ti auguro con tutto il cuore "BUENA SUERTE" e che GIUSTIZIA trionfi.

Anonimo ha detto...

Caro Genchi,

purtroppo i poteri forti di fine regime hanno ancora una volta dato un colpo di coda. Nell'attesa di una sentenza positiva del TAR (che difficilmente potrà confermare la sospensione) l'unica consolazione per Lei sarà la solidarità espressa da migliaia di concittadini in Italia e all'estero che ripongono nella Sua persona la fiducia in uno stato di diritto che tuteli la diginità dei suoi cittadini. Continui la Sua lotta e conti sulla nostra soldarietà.
Di persone come Lei l'Italia post-default avrà bisogno per ripartire, quando la massa del popolo ri sveglierà dopo la caduta di questo regime farsesco (ivi compresa la maggior parte della finta opposizione) e tutti si chiederanno come dopo Salò: ma come era possibile …
Allora ci sarà bisogno di persone oneste e qualificate.
Le esprimo di nuovo la mia stima e solidarietà e quello di molti amici in ISvizzera.

Carlo da Basilea

Anonimo ha detto...

Un' associazione a delinquere inquina il paese per i loro sporco interesse. La democrazia è stata un'illusione regalataci per farci stare buoni mentre ci rubavano tutto il possibile ed ora siamo finiti in bocca ad una iena rapace travestita da pecorella che si sta preparando a sbranare quello che resta. Povera Italia

Anonimo ha detto...

NON MOLLARE GENCHI SEI L'UNICA SPERANZA ASSIEME A DE MAGISTRIS PER FARE PIAZZA PULITA DEI MAGISTRATI COLLUSI IN CALABRIA, SPERANDO CHE SALERNO SI SVEGLI.

Jean-Marie Le Ray ha detto...

Forza e coraggio, Gioacchino!

Anonimo ha detto...

Genchi, non molli. Vedra' che col tempo saremo noi ad avere ragione di questi poveretti

Borgetto Libera ha detto...

La sicilia onesta sta dalla sua parte non molli.
Con grande stina un suo fan

Alessandro Scroccaro ha detto...

Resistere, resistere, resistere...
questo dobbiamo fare noi cittadini onesti... grazie Dott. Genchi per il suo onesto e valoroso impegno e grazie per avere avuto il coraggio di scrivere il suo libro a perenne monito per le future generazioni.
Dobbiamo riuscire a dare speranza ai nostri figli affinché non siano costretti ad emigrare per vivere in un paese democratico.
Con stima e gratitudine.
Alessandro Scroccaro

Anonimo ha detto...

Chi ha ragione non deve mollare, anche perchè a noi serve qualcuno che non ci faccia perdere quel po' di speranza rimasta.
Tenga duro!
Asdrubala

Anonimo ha detto...

Tutto come da copione!
ormai sono troppo prevedibili.

P.S. stò leggendo il suo libro ed è riportato che il giudice Borsellino quando c'è stato l'attendato andava a trovare la sorella... ma non era la madre??

Anonimo ha detto...

Lei è una persona onesta, io, e molti altri, ne siamo convinti, tengo duro...
con sincera amicizia sovrintendente della PS Damiano Boggiani Mantova

Anonimo ha detto...

L'ho sentita a Siena, nella conferenza tenuta un mese fa circa e mi sono convinto del fatto che persone come Lei onorano la divisa della Polizia e la bandiera italiana, che altri invece s'impegnano con tutto il loro cuore ad infangare.

Spero che un giorno Lei si possa sedere al Viminale e trasformare la Polizia e i Carabinieri delle macellerie messicane e di servi del regime in onorati corpi composti da tanti Genchi e Dalla Chiesa che, umilmente, ma senza morire in un'A112, si battano per la giustizia e difendano le vittime dei soprusi, contribuendo così a mettere corrotti e corruttori, mafiosi, ecc, dalla parte giusta della cella.

Ci arriveremo??

Edoardo.

Morris ha detto...

Gioacchino non mollare!
Tutto come da copione...
Ma stavolta non la passeranno liscia, la gente comincia ad essere più informata, e si è fatta un'idea di dove sta la Verità.
Coraggio! Ti sono vicino
M.

Roberto - Siena ha detto...

Coraggio Giacchino, non mollare! Un abbracio.

robpascucci ha detto...

"IO" non ho un nome,sono lo STATO!!!Quanti usurpatori di quella divisa,di quella toga,di quella poltrona,riescono da troppo tempo a virare la verità verso i propri comodi,a dispetto degli interessi di tutti noi!! E' ora di far capire a questa gente,che noi sappiamo,li conosciamo,non possono più infinocchiarci,un giorno spero vicino gli chiederemo il conto!!Il tuo libro deve essere il decriptatore di questi 20 anni di zozzerie!!!!Il calore della gente comune ti dia la forza di continuare nella tua battaglia quotidiana. Ti sono vicino. Roberto

Anonimo ha detto...

Forza dott. Genchi ! Sto leggendo il libro sul suo caso; è sconvolgente, tutti dovrebbero conoscerlo. Resista per tutti gli italiani onesti che tutti i giorni sopportano le piccole e grandi angherie del potere. Lei è un eroe per tutti noi ! Cercheremo di non lasciarla sola.

Mirko

Anna ha detto...

Resista caro Gioacchino, l'Italia dei cittadini onesti è con lei!
Un grande abbraccio di cuore
Anna

CharlieCo ha detto...

Non sei solo, adesso compro altri 4 libri da regalare, per sostegno !!!

Anonimo ha detto...

Sign. Genchi non molli MAI!!!
Lei è un modello per noi giovani,
un paladino dell'onestà e un esempio di competenza e trasparenza che risolleva l'immagine dell'Italia nel mondo!!!
La polizia non la vuole per ovvi motivi...
Lei da solo vale di più di tutte le forze dell'ordine corrotte!!!
Un suo grande estimatore, di 25 anni

Anonimo ha detto...

Voglio unirmi alla tante voci di stima nei suoi confronti. Tenga duro dott. Genchi! Non è da solo. Io spero che le cose un po' alla volta tornino alla normalità e si stimino le persone per bene... ora sembra tutto al contrario

Anonimo ha detto...

In un mondo perfetto Genchi sarebbe il Capo della Polizia, mentre chi lo sospende il guardiano dei porci...

Marco ha detto...

Caro Dott. Genchi,
é con il massimo rispetto e riconoscenza per il suo operato e la sua testimonianza che le chiedo di non arrendersi MAI e continuare a dare un esempio chiarissimo di onestà cristallina e senso dello stato a tanti ragazzi che rappresentano il futuro di questo Paese.

Con vivissima partecipazione,

Marco

Anonimo ha detto...

resisti,si fiducioso,continua a lottare.....etc.

Basta ! uno si aspetta solo giustizia e la vuole in tempi decenti.
l'allungare i tempi, far dimenticare, non dare visibilità,abituare la gente a lentamente accettare qualsiasi porcata.....tutto questo è ormai diventata un'arte a cui forse (e spero in buonafede) contribuiscono anche trasmissioni come le iene,striscia etc.
non credo ormai resti speranza se non quella "rivoluzione" dello spirito laico a cui anche Monicelli si appella.
e se non sarà rivoluzione solo dello spirito laico che sia quel che sia ma sia.
spero tu possa avvertire la mia profonda vicinanza,affetto e ringraziamento per ciò che sei e per cui lotti.

Anonimo ha detto...

Incredibile come la legge e la giustizia non sia uguale per tutti!!
Ma peggio è buona con i peggiori e crudele con i buoni.
Orwell con la "fattoria degli animali" ci aveva insegnato tutto: I maiali si scrivono e interpretano le leggi!!
Emiliano

Anonimo ha detto...

Sul sito di beppegrillo.it, nel passa parola di questo lunedi,Marco Travaglio ha dedicato una parte della sua puntata raccontandoci della sua situazione.

Sono Tempi duri.

Lei ha la mia stima.

Resista!

Anonimo ha detto...

Mi sa che il sito ha qualche problema; non si riesce a postare nulla. Orwell con la sua "Fattoria degli animali" ci aveva già insegnato tutto: ci sono i cavalli come noi che fanno il loro lavoro faticando e ci sono loro, i maiali, che si fanno e interpretano leggi e giustizia.
Emiliano

diego ha detto...

Gioacchino resisti!
Attaccano te per sferrare il colpo deicisivo a noi. Non possiamo permetterci di mollare. Un giorno la storia presenterà il conto...
Siamo con te Gioacchino!

Un abbraccio affettuoso
Con stima

Diego

Anonimo ha detto...

resistere resistere resistere

Anonimo ha detto...

SOLIDARIETà SENZA SI' O MA!!!

GFN

Anonimo ha detto...

sono mesi che lei vive un incubo solo per aver fatto (bene!) il suo lavoro. é difficile non gettare la spugna in certi casi, anche quando tutti ti dicono di resistere. qualunque scelta deciderà di fare sappia che non dimenticherò mai il suo intervento sul blog di beppe grillo del 26 febbraio 2009: sono parole che riscrivono la storia moderna dell'italia; e che chi ha avuto modo di conoscere la sua vicenda non smetterà mai di sostenerla.
grazie per tutto quello che sta facendo.

tommaso

Anonimo ha detto...

I POTERI FORTI NON MOLLANO.
Carissimo Dottore,
ieri sera a Ballarò lo scarparo (v. dagospia) ha definito Lei come il più grande intercettatore (sic!) lamentandosi con il tiepido (solo in questocaso) montebisaccese del suo intervento al congressso IDV.
Mentre scrivo l'elicottero argenteo Mirage dello scarparo a pallini sorvola il mio modesto appartamento in una zona calzaturiera fermana in cui il lavoro drammaticamente diminuisce per la delocalizzazione in Romania ed in Cina di molti marchi prestigiosi made in Italy.
Non ho holding finaziarie in Lussemburgo che controllano a cascata un impero economico in Italia ma anche in altri paesi; vivo con una onesta pensione di ex pubblico dipendente.
Si ricorda di quel panfilone di oltre 60 metri che alle Eolie ospitò il Mestellone e famiglia ?
Le gomene furono tagliate nella notte e si gridò al complotto per il panfilone alla deriva.
continua ....

Anonimo ha detto...

continua Alfredo ...
Il montezemolato fortunato si può permettere di attaccarLa non con l'RCS (è socio) di flebuccio, bensì dallo scatolotto della televisone di Stato senza che alcuno l'abbia difeso (senza CONTRADDITTORIO berlusconiano). Perchè Lei non può essere definito "il più grande intercettatore" facendo passare l'idea, adattata per il popolino televisivo, di essere uno spione.
Ne è prova che un segretario di un toycon farà iscrivere urgentissimamente, da un altro siciliano, all'ordine del giorno del Senato la discussione della legge sulle intercettazioni.
Tiremm n'anzi ...
Alfredo
P.S. : Ho già finito di leggere il primo libro; aspetto con ansia il prossimo come hai promesso, e sarà eclatante.

Maurizio ha detto...

Sto per finire il suo libro...Grazie Sign.Genchi!!!

CP ha detto...

Non potevo ovviamente resistere nè alla tentazione di scriverglielo "a quattr'occhi" nè pubblicamente. Sono indignato, offeso, sconcertato.

I suoi capi dovrebbero pensare a ben altro che a censurare lei. Posso solo mandare un augurio e un saluto cordiale, nonché informare quante più persone possibile su questa ennesima vergogna.

Anonimo ha detto...

Signor Genchi, sono costernato per questa nuova sospensione. Io sono un pessimista, so che di queste battaglie ne sono state fatte tante, vinte poche. Ma la Verita' e la Ragione non si sconfiggono; quelle sono eterne, sono infinite, sono incommensurabili rispetto alla breve e insignificante esistenza umana. E vedere cosi', come tanti potenti si affannano per nascondere, mettere a tacere, sviare le indagini, mi da un estremo gusto. Spero che sia cosi' soprattutto per lei.. che probabilmente non avra' nessun riconoscimento ufficiale da parte di uno stato a cui ha dedicato la sua vita, bensi' sospensioni e ostracismo. Ma questo sapore in fondo al palato, sapendo che stanno li', seduti sulle loro grandi poltrone, nelle loro belle ville, a TREMARE per causa sua, questo sapore nessuno potra' mai sottrarglielo. E' il sapore della giustizia'... e' l'unica cosa per cui i giusti combattono.

roberto b ha detto...

le sono molto vicino. spero che la mia vicinanza le possa dare la forza per continuare.
buona pasqua.

Franco Calabrò ha detto...

solo qualche parola per rinnovare la mia personale solidarietà. sto cercando di promuovere, nell'ambito delle mie conoscenze e sul mio blog Sussurri e grida il libro scritto con Montolli. Spero di poterla incontrare al più presto magari a roma, se avrà la cortesia di contattarmi (337-879966). nell'attesa l'abbraccio fraternamente
FRANCO CALABRO'

Anonimo ha detto...

La procura di Salerno vuole processare il deputato berlusconiano Giancarlo Pittelli per corruzione in atti giudiziari. Sarebbe intervenuto per bloccare l'inchiesta Poseidone dell'allora magistrato di Catanzaro, oggi europarlamentare Giancarlo PittelliSvolta nello scontro giudiziario che ha segnato la vicenda di Luigi De Magistris. La procura di Salerno vuole processare il deputato calabrese del Pdl Giancarlo Pittelli, componente della commissione Giustizia, perché accusato di corruzione in atti giudiziari.

I pm campani gli hanno notificato l'avviso di conclusione indagine: il provvedimento contesta reati anche all'ex procuratore di Catanzaro Mariano Lombardi e all'attuale procuratore aggiunto Salvatore Murone.

Il politico e i magistrati calabresi sono indagati per fatti collegati all'attività giudiziaria dell'ex pm Luigi De Magistris, che secondo i pm sarebbe stata ostacolata da colleghi e politici. Tocca proprio ai pm di Salerno occuparsi dei reati commessi dai loro colleghi di Catanzaro.

Per la procura campana l'ex procuratore Lombardi revocò a De Magistris la delega sull'inchiesta Poseidone dopo che l'allora pm inviò un avviso di garanzia al parlamentare Pdl Pittelli. De Magistris aveva firmato l'atto giudiziario senza informare preventivamente il capo dell'ufficio.

È sempre nell'ambito di questa indagine che i pm di Salerno nel dicembre 2008 hanno ordinato la perquisizione negli uffici di alcuni magistrati della procura generale e della procura della Repubblica di Catanzaro.

Marco Sterani ha detto...

Gioacchino siamo tutti con te!!E,se deciderai di parlare di ciò che sai di più grave e ancora non svelato,lo saremo ancora di più!Ne va della nostra democrazia,anche tua.