domenica 25 gennaio 2009

Genchi: "il pericolo per la democrazia" ...

Il mio ruolo ed il dovere di riservatezza connesso alle mie funzioni non mi consentono di replicare alle vili aggressioni che sto subendo, soltanto per avere fatto il mio dovere, con scrupolo, onestà ed indipendenza, solo a servizio della Giustizia.
Di una Giustizia che oltre al rigore della Legge sapesse affermare i principi costituzionali di uguaglianza.
Purtroppo ho dovuto prendere atto che da un certo tempo a questa parte in Italia la Legge non è più uguale per tutti.
Senza aggiungere altro, consiglio però a Berlusconi, Cicchitto, Rutelli, Gasparri ed a quanti altri in questi giorni parlano a sproposito di me di leggere "La concessione del telefono" di Andrea Camilleri (edizioni Sellerio Palermo).
Lì c’è la mia storia ed uno spaccato di quanto sta accadendo oggi in Italia.
Io, ovviamente, sto sempre dalla parte dello Stato e anche in quello che è solo un romanzo sono col Questore Arrigo Monterchi di Montelusa.
Ho cercato fino all'impossibile di difendere il povero Filippo Genuardi e non ci sono riuscito.
A questo punto spero solo di non finire come lui.
So che questo non accadrà, perché ho la solidarietà di tanta gente per bene. Di tanti coraggiosi uomini delle istituzioni. Di magistrati e di giornalisti onesti, che non si sono ancora arresi nella ricerca della Verità.
Gioacchino Genchi

87 commenti:

Anonimo ha detto...

salve. posto articolo di ruotolo da la stampa di oggi 25 gennaio. dopo aver letto l'intervento di travaglio sul suo blog non mi sarei aspettato un articolo di questo tenore da ruotolo .....che ne pensa?
L'orecchio che ascoltava
tutto il potere
Il pm Luigi De Magistris
+ "Lo scandalo intercettazioni è enorme"
+ Intercettazioni, Berlusconi: "Uscirà uno scandalo enorme"

Adesso indaga anche il Comitato per la sicurezza
GUIDO RUOTOLO
ROMA
C’è anche l’ex capo del Sismi, Nicolò Pollari, nell’elenco delle «personalità» i cui tabulati telefonici sono finiti nell’inchiesta dell’allora pm di Catanzaro, Luigi De Magistris. Quell’utenza telefonica era intestata a una società e fu inserita in un decreto di acquisizione del 30 gennaio del 2007, nell’ambito della inchiesta «Poseidone» (l’altra è «Why Not»). Fu la «Stampa», il 4 ottobre del 2007, a sollevare la questione che oggi viene chiamata «archivio Genchi», e che ieri Silvio Berlusconi ha definito «il più grande scandalo della storia della Repubblica». E cioé l’impressionante mole di dati sensibili, tabulati telefonici, acquisiti dal consulente Gioacchino Genchi nell’ambito delle inchieste «Poseidone» e «Why Not». La «Stampa» fece alcuni nomi - gli stessi rilanciati nei giorni scorsi dalle agenzie di stampa - di queste personalità: Silvio Berlusconi, Romano Prodi, Clemente Mastella, Lorenzo Cesa, Pier Ferdinando Casini, Marco Minniti, Franco Marini, Nicola Mancino, l’allora vicecapo della Polizia, Luigi De Sena, il direttore del Sisde Franco Gabrielli, diversi magistrati.

Di tutti quei nomi, fonti investigative oggi non confermano soltanto quelli di Gianni De Gennaro, ex Capo della Polizia oggi direttore del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (ex Cesis), e il magistrato milanese Armando Spataro. Oggi, quei dati - 578.000 record anagrafici processati, 1.402 tabulati, oltre un milione di contatti telefonici - costituiscono la «pratica» aperta al Comitato parlamentare per la sicurezza (Copasir) che ha sollevato un vero allarme democratico. Che il presidente del Copasir, Francesco Rutelli, ha riassunto nei termini di una «questione molto rilevante per la nostra libertà e la nostra stessa democrazia». Il Copasir sentirà probabilmente il 30 gennaio proprio l’ex pm di Catanzaro oggi giudice del Tribunale del Riesame di Napoli, Luigi De Magistris, e il consulente Gioacchino Genchi. La vicenda avrà (forse) anche uno sbocco processuale, nel senso che quel materiale acquisito nell’ambito delle inchieste «Poseidone» e «Why Not» arriverà alla Procura di Roma.

L’altro giorno, infatti, si è tenuto alla Procura generale di Catanzaro, che aveva avocato le due inchieste di De Magistris, un vertice operativo con il Ros dei carabinieri, che aveva sostituito Genchi nell’attività di consulenza tecnica per portare avanti le inchieste, una volta che allo stesso Genchi furono revocate le consulenze. In questi mesi, ovviamente, Genchi si è difeso sostenendo che non è mai uscito dal seminato nel senso che il suo materiale era frutto di una delega del pubblico ministero, negando di aver mai intercettato nessuno.

Diversa la lettura dei magistrati di Catanzaro, convinti che lo stesso Genchi conoscesse perfettamente le identità di quelle personalità - come nel caso di Clemente Mastella - nei confronti delle quali avrebbe dovuto aspettare l’autorizzazione del Parlamento per poter acquisire i suoi tabulati. Di certo, ed è un dato difficilmente contestabile, nei suoi uffici palermitani, Genchi dispone di un archivio ben più imponente, frutto naturalmente del lavoro svolto come consulente di altre inchieste e delegato da altre Procure. E questo perché il Ros, quando si presentò a Palermo, acquisì soltanto il materiale di «Poseidone» e «Why Not». I critici, sostengono che quello di Genchi è «il più grande archivio privato di dati sensibili». Un problema, comunque.

ROBERTO ha detto...

Bravo Gioacchino!!
Spero che tu possa continuare a fare il tuo lavoro.
Solo chi ha qualcosa da mnascondere ha paura di te e mi sembra che tra i nostri politici siano in molti ad aver paura di te perchè hanno molto da nascondere. Hai tutta la mia solidarietà!!

Giacomo ha detto...

Buongiorno signor Genchi.

Allora, una premessa, lei ha la mia più completa e totale solidarietà. Forze antidemocratiche stanno strumentalizzando il suo caso per i propri interessi politici, e ritengo un dovere morale fornirle assistenza.

Proprio per questa ragione, le allego di seguito una critica trovata su un forum. E' una critica di per se suggestiva ed efficace, e per questo credo che lei sia la persona più adatta a rispondere nel merito.

".........................
Il punto è che il privato cittadino (e questo è il punto più delicato, Genchi è un poliziotto ma è in aspettativa ed esercita la libera professione) Genchi ha un archivio di dati relativi a intercettazioni e soprattutto tabulati telefonici pressochè sconfinato, che risale molto indietro nel tempo .......
Paradossalmente Genchi dispone di materiale che le procure negli anni hanno dovuto distruggere, perchè ritenuto penalmente irrilevante.

Ora, la questione è semplice: è normale che un privato cittadino abbia a disposizione i tabulati telefonici del capo dei servizi segreti (esempio), dai quali è rislaito a quelli della sua amante, da quali è risalito (il lavoro di Genchi si basa sull'incrocio dei tabulati ed è questo che eleva all'ennesima potenza il numero delle utenze "tracciate") a quelli della figlia della sua amante, da quali è risalito a quelli del fidanzato, dai quali è risalito a quelli dei suoi amici con cui si fa le canne e così via?
E' normale che tutto questo venga conservato a tempo indeterminato?
E' legale che si sia consentita la creazione di questo archivio?
Ci sono rischi che questa banca dati possa finire, non necessariamente per volontà del proprietario, sul mercato della criminalità organizzata o su quello dell'intelligence internazionale, più o meno deviata? "

In attesa di una cortese risposta, e sperabilmente in una smentita di questa posizione, la saluto con calore

Giacomo

Anonimo ha detto...

Non possiamo che esprimerLe tutta la nostra solidarietà e vicinanza e ricordarLe che non è solo, ma che con Lei sono tutti gli italiani onesti e rispettosi della Giustizia (quella vera).
Arianna

Anonimo ha detto...

Siamo in tanti ad essere con te! Sono in pochi ad essere ancora con Mr. B., Rutelli & C.!

Di sicuro, sapere in cosa consiste di preciso il tuo lavoro aiuterebbe molte persone a capire... sempre ammesso che vogliano capire :)

Le cifre sventagliate sono abnormi, le accuse ridicole... ma nessuno davvero sa quale sia e come si svolge il lavoro del Sig. Genchi, così nessuno capirà mai!

Ora capisco l'importanza di chiamarsi Pio Pompa...

Anonimo ha detto...

mi sono permesso di riportare il suo appallo sul blog di beppe grillo. vorrei farle sentire tutta la mia solidarietà e un consiglio, vada via e si porti tutte le carte.
un sincero saluto
roberto b

Anonimo ha detto...

Non ho vissuto il periodo fascista perchè ho solamente 35 anni ma ogni giorno che passa mi sembra che ci stiamo avvicinando a una sorta di dittatura.
Vada avanti nel suo lavoro.
Davide Greco

SASUKE ha detto...

LEI HA TUTTA LA MIA SOLIDARIETA .
MA LORO NON DEVONO PENSARE CHE TUTTA L'ITALIA SI E' MBRIACATA DI VELINE GIOCHI A QUIZ O QUAN'ALTRO,PURTROPPO PERO'COME IN OGNI SPY STORY LA DISINFORMAZIONE SERVE A CONFONDERE
CHI NON HA BEN CHIA LA SITUAZIONE DEL PERIODO STORICO CHE 'L'ITALIA E GLI ITALIANI STIAMO ....RIPETO STIAMO VIVENDO.......
TENGA DURO I MIEI MIGLIORI AUGURI PER IL SUO LAVORO
PS :LA CONCESSIONE DEL TELEFONO E' UN SPACCATO CHIARO DI QUELLO CHE STA ACCADENDO.....
LUIGI

Anonimo ha detto...

Caro Gioacchino, se non fossi capitata nel tuo blog non avrei mai intuito la verità. Ti stanno facendo passare per un mascalzone, un soggetto tipo quelli dello scandalo Telecom, e solo per far passare una legge che fa comodo a loro.
Tieni duro.

Una cittadina

valerio ha detto...

Rispondendo ad un Anonimo che ti dava strani consigli nel precedente post, ecco come la penso in proposito e cosa gli ho detto:
"Egr. Anonimo (potevi almeno lasciare un nome alla fine)
se e' vero, cosa di cui dubito, che stimi molto il dott. Genchi, nonche' il suo lavoro, dovresti sapere che se il Dott. Genchi fa questo delicatissimo lavoro,da moltissimi anni, e' solo perche' egli, in quanto pubblico ufficiale, ha sempre svolto le sue indagini ed ha fatto le sue preziose analisi a queste indagini, proprio perche' non ha mai violato la legge, come gli consigli tu con tanta leggerezza, anche perche' se lui facesse come tu gli consigli,andrebbe oltre quelle che sono le funzioni del suo mandato e si metterebbe alla pari della casta, che approfittano della posizione che occupano interferiscono in tutti i movimenti di danaro pubblico (come ad esempio gli appalti di opere pubbliche o facendosi leggi che li rendano immuni dalla legge degli onesti, o facendo leggi apposite che favoriscano qualcuno, vedi tutte le leggti salva rete 4, o vedi il caso Alitalia finita in regalo a 16 amici degli amici per legge, accollando pero' le perdite di una vita al popolo italiano, poca roba: si parla solo di 3 o 4 miliardi di euro. Ritornando al discorso iniziale, tu dici "dal momento che lo stato di diritto italiano si sta dissolvendo come neve al sole" facciamo i fuorilegge, cosi' lo facciamo dissolvere prima. Non mi sembra proprio una bellissima idea, la giustizia la devi ottenere con la legge, anche quando hai a che fare con dei mascalzoni. Molti giudici sono morti per questo, perche' non hanno usato le cartucce che avevano nel loro fucile. Le porcherie scoperte da De Magistris, sono tutt'ora valide e in essere, ma hanno valore solo se De magistris potesse portare a termine le sue indagini come magistrato, non avrebbero nessun valore invece, se De Magistris, scrivesse un libro denuncia, come persona, perche' quello che lui ha potuto scoprire, l'ha saputo come magistrato, l'unico autorizzato a fare indagini sui malaffari o comunque su qualunque attivita illecita; come persona lui e' come se non sapesse niente, per cui mio egr. anonimo, per quanto saremmo tutti curiosi di sapere "CHI" ha fatto "COSA", bisogna che la legge stia nei ranghi, e se anche sappiamo di subire delle profonde ingiustizie, vedi i vari trasferimenti DE Magistris, Forleo, Apicella, dobbiamo si' combattere, ma entro i limiti della legge, altrimenti saremmo uguali o peggio di loro.
Un saluto, Valerio"
Tutto questo ancor prima di leggere l'attuale post, che senza ombra di dubbio sapevo per certo essere il tuo pensiero.
con Affetto e adesso con sempre piu' maggiore solidarieta' a chi come te, rappresenta il volto dell' onesta' e di conseguenza anche se non sei un politico rappresenti sicuramente meglio di loro tutte le persone oneste (sia di destra che di sinistra) di questa martoriata ITALIA.
UN ABBRACCIO AFFETTUOSO Valerio.

Anonimo ha detto...

Pieno sostegno. Daniele S. (milano)

volagm ha detto...

era ora che qualcuno indagasse su di te, spero vivamente che ti mettano alla gogna presto!!!non è possibile che una singola persona possa farsi in modo così villano e impunemente gli affari altrui, sebbene io non condivida le idee di questi ultimi trovo assai ripugnante il lavoro di spionaggio che tu hai svolto in molti anni nei confronti di migliaia di persone...scrivendo poi su questo sito-farsa ideali altissimi come verità giustizia e altre ipocrisie a cui tu sei il primo a non credere e contro le quali hai indirizzato tutto il tuo lavoro di corrotto!!! un ex ammiratore

Anonimo ha detto...

Caro Genchi, il pericolo per la democrazia naturalmente e' Berluscone, con corollario di tirapiedi mafiosi.

Anzi, definirlo pericolo e' riduttivo, ormai il mafioso di Arcore la democrazia la mette tutti i giorni sotto i tacchi rialzati da nano complessato.

E lo fa col tacito consenso della sedicente opposizione, piena di scheletri nell'armadio, armadio del quale evidentemente il golpista piduista Berluscone ha le chiavi.

Ci vuole pazienza, dobbiamo aspettare che porti il Paese (di Pulcinella) allo sfascio economico, e poi i suoi stessi sgherri lo appenderanno per i piedi.

Io ho gia' pronto lo champagne per l'occasione.

Anonimo ha detto...

Caro Genchi, tenga duro. Le bugie dei nostri politici, del loro padrone Berlusconi e di tutti i servi giornalisti hanno le gambe corte e prima o poi verrà a galla la verità. L'Italia ha bisogno di persone oneste come lei, anche se purtroppo ce ne sono sempre di meno.
Coraggio.
Gli italiani onesti ed informati sono dalla sua parte.

Tommaso M.

Anonimo ha detto...

Carissimo Dott.Genchi oggi i Tg e domattina la carta stampata,hanno dato e daranno, con enorme risalto, le parole dette da quel Masso-Mafioso di Berlusconi (impegnato da oltre una settimana a fare campagna elettorale in Sardegna a spese dei contribuenti Italiani) riguardo ad un archivio di oltre 350.000 persone colpite da intercettazioni (ambientali, radio, telefoniche,rete web e quant'altro, non si sà) in suo possesso e nella sua, Dott.Genchi disponibilità [gli archivi Andreottiani e Cossighiani provenienti da ben altri tipi di Intercettazioni sono uno scherzo, a fatto intendere il premier, dichiarando di trovarsi di fronte alla madre di tutte le schedature].
Arriva pertanto la demonizzazione della sua persona, sarà portata al massimo livello, in questo scontro dove la giustizia dei Masso-Mafiosi, ora al potere, prevale su ogni cosa, NON bisogna arrendersi.
Sono vicino alla sua persona, tutti gli ITALIANI ONESTI e che credono ancora nello STATO e nelle sue regole sono tutti con Lei, l'abbracciamo fortemente. Ci tenga informato di quanto le succede, sicuramente ora inizierà una campagna mediatica in grandissimo stile per demonizzare la sua persona ed isolarla, Lei probabilmente sarà il "caprio-espiatorio" dei Masso-Mafiosi per iniziare a sotterrare definitivamente l'Ordine Giudiziario inteso come sistema di disturbo Politico, sottomettendolo definitivamente alla Politica. Iniziando a spuntare le armi, poche a dir il vero ancora in dotazione, a chi veramente combatte ed è in prima linea (vedasi il CSM e il "caso-risolto" tra le procure di Salerno e Catanzaro, nonchè De Magistris e la Forleo), rendono inefficace lo strumento delle intercettazioni, cosi le Procure e quei pochi P.M. ancora validi e valorosi (si stanno dimettendo dall' Associazione Nazionale Magistrati), eroi di noi cittadini Onesti, avranno armi settecentesche contro la maggioranza dei reati, commessi e in maggior misura, dai POLITICI.
Un'abbraccio.
Carmine.

enfants détruits ha detto...

devi resistere,come hai portato tuo compito,lavoro con onesta e lealtà senza tradire ,le persone cosciente in passato veniva saltata per aria,oggi il sistema è cambiato usa l'arma psicologica e fanno piazza pulita ainzi danno fuoco interno e esterno a lui(tterra brucciata) nn sarai mai da solo,1 parte dei cittadini è con te,in prima linea la sottoscritta.tieniti nervi saldi e nn cascare alle loro calunnie.in questo momento devi concentrati su cio che ti è più caro.mi fermerei quì per ora e ricordati c'è tanta gente che ti vuol bene.
un saluto pieno di coraggio da mimi

Ettore Marini ha detto...

Anche noi stiamo dalla parte dello Stato, e della legalità; ma quando al governo di questo stato c'è una ...masnada di politici, alcuni condannati, altri inquisiti, eletti con una legge elettorale che andava riformata, e tale governo, esautorando il Parlamento, emana leggi ad personam, o leggi evidentemente incostituzionali, allora dalla parte di "quale" stato, di "quale" legalità ci dobbiamo schierare?
Le analogie con gli anni 1922-24 aumentano ogni giorno di più...

Comunque, e per concludere, solidarietà a Gioacchino genchi e a quanti come lui "resistono" senza piegarsi ai "poteri forti"!

Damiano Zito ha detto...

Sono poco più di due anni che ho lasciato la Calabria per i miei studi e sono poco più di due anni che ho imparato a conoscere la mia terra! Avevamo un pm coraggioso, anzi che faceva solo il suo dovere ed è stato trasferito, e con lui un giornalista,un vescovo, e un'intera procura...Questi non sono altro che segnali, che evidenziano lo stato di salute della legge nel nostro Paese. Sono mesi che per distogliere l'attenzione dal cuore delle inchieste condotte da De Magistris continuano a buttare fango, lo hanno fatto inneggiando una Guerra che guerra non era e adesso continuano a trattarti come uno spione (scusami del tu ma mi sento in confidenza!)...Tutto un coro, dal Tg1 ai nostri giornali locali, come Calabria Ora...
Loro ti lasciano solo, ma rappresentano quello che sono, ovvero il marcio di questo Paese. Non posso che esprimerti tutta la mia solidarietà caro Gioacchino, a te e a tutta la tua famiglia.Resistere! Resistere! Resistere!

Francesco Pantaleo ha detto...

Io so che l'allarme intercettazioni lanciato da Berlusconi & Co. non e' altro che una bufala che funge da pretesto per giustificare il varo di una legge che limiti l'uso delle intercettazioni, strumento indispensabile per la giustizia.
Io so che il 28 gennaio alle 9:00 in piazza Farnese a Roma ci saro', per testimoniare la mia solidarieta' a Genchi, De Magistris, Forleo, Apicella e a tutti gli uomini e le donne che in Italia continuano a pensare che tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge e che lo dimostrano con il loro lavoro e per la nostra democrazia.
Non non ci arrenderemo mai.

Grazie Gioacchino.

Francesco Pantaleo

Anonimo ha detto...

Hai tutta la mia solidarietà.
Berlusconi, con tutti i media a disposizione ha gioco facile a denigrarti ma le persone oneste sanno dove sta la verità.
Sante.

sR ha detto...

Lei è un Uomo degno di rispetto.
Le persone oneste sono con Lei.
Non demorda

salvatore ha detto...

Non è facile per un soldato, che conosce in anticipo i piani di guerra di tutti i generali (alleati e non), rimanere in trincea...buona fortuna!

marcofarru ha detto...

Grazie per quello che ha fatto con il suo lavoro, l'Italia delle persone oneste è con lei.
Marco

Anonimo ha detto...

10 100 1000 Gioacchino Genchi! Tieni duro, l'Italia ha bisogno di gente come te!

Paolo (Firenze)

Anonimo ha detto...

sono solidale, si vede dagli occhi che nn sei un falso come "loro"



non molli, testa alta

Anonimo ha detto...

Coraggio sig. genchi.
Lei ha operato per il bene dello stato e lo ha fatto con onestà e comnpetenza e questo non glielo perdonanano
Dobbiano stringerci intorno al sig. Genchi perchè gli attacchi sarano sempre più forti.
Massimiliano

Anonimo ha detto...

siamo tutti con Lei
non si faccia spaventare da questi banditi, faccia maggior duplicati del tutto per maggior sicurezza ,e in caso di ulteriori minaccie le invii alle maggior testate giornalistiche ,logicamente non italiane, perchè non le pubblicherebbero, ma internazionali
nel mondo ci sarà qualcuno che avrà il coraggio di farlo, non sono tutti come i ns. "giornalisti"
siamo tutti con Lei

giovanni ha detto...

Come si deduce da questa vicenda e anche dalla notizia data dal Giornale sul caso di Eluana, la formula magica degli oligarchi e delle loro marionette che viene applicata regolarmente è sempre la stessa:
Problema - reazione - soluzione

Viene creato un problema, o viene sfruttato uno esistente, per suscitare la reazione della pubblica opinione offrendo una soluzione già pronta che conviene sicuramente a loro, di certo non alla gente.
Basta con questi giochetti
ipocriti!!

Benny Calasanzio ha detto...

Caro Gioacchino, ti sono vicino. L'unica cosa che mi consola è che tu sei tranquillo, e se lo sei tu, che molti vorrebbero morto (chi professionalmente, chi...) io sto bene. Pazienza, devi pagare tu, devono o non devono approvarla sta riforma. Il 28 saremo in piazza che per te, di cui l'amicizia onora chi ti conosce. Una abbraccio a te ma anche alla tua famiglia che deve sopportare questa gogna...

Shine007 ha detto...

un altro Blog libero, bene.

Congraturazioni per il Suo operato da un "collega" informatico che La stima molto.

Spero vivamente che vengano rese pubbliche un centesimo delle Sue conoscenze; basterebbero immagino ad infangare una classe dirigente sempre più corrotta e autoreferenziale.

GRANDE GIOACCHINO

Aton ha detto...

Lo "scandalo Genchi"e' l'ennesima cavolata di berlusconi per dare a bere agli italiani che' e' necessario UNA STRETTA SULL'USO DELLE INTERCETTAZIONI, E PER IMPEDIRE DI CONSEGUENZA CHE i magistrati NON USINO LE INTERCETTAZIONI CHE HANNO SU DI LUI".
tanta insistenza ha solo questa logica.
...peccato pero', che tanti altri politici hanno altro da nascondere e allora coglieranno la proposta che berlusconi gli sta offrendo su un piatto d'argento.

Sig Genchi, non perda occasione per far sapere al paese le sue buone ragioni,TRAMITE tv GIORNALI E INTERNET, tra qualche giorno Lei sara' letteralmente travolto dall'infamia di questa gente che invece di ringraziarLa del prezioso servizio che rende alla Nazione, non fanno altro che gettarLe addosso sterco marcio come le loro coscienze.
Ha la mia solidarieta' e di tutta la mia famiglia.
CORAGGIO !

Anonimo ha detto...

Tieni duro Gioacchino.
Abbiamo bisogno di te.
La gente onesta è dalla tua parte.

Sara ha detto...

Dott. Genchi, l'Italia onesta é con Lei. Resistere,resistere resistere. Mercoledi 28 gennaio saremo in piazza Farnese anche per Lei

Sara T.

diario_est ha detto...

Come mi è capitato di dire altrove, lo "scandalo" annunciato da Berlusconi si sgonfierà come una bolla di sapone.
Bisognava inventare qualcosa per motivare le restrizioni alle intercettazioni senza che i cittadini si rivoltassero contro la casta. Peccato, caro Genchi, sia capitato tu. Ma il giochetto l'abbiamo capito da un pezzo, da prima che il Presidente del Consiglio in persona scendesse in campo ad accusarti; diciamo da quando hanno trasferito De Magistris.
Questo boom era annunciato, ma è il botto finale al quale seguirà un plof. Il loro.

Anonimo ha detto...

Carissimo Dott. Genchi,
volevo semplicemente farle arrivare la mia più profonda comprensione per quello che probabilmente sta attraversando in questo periodo. Io, a 26 anni, ripongo la fiducia per un futuro migliore in persone come voi, che fanno il loro lavoro e che hanno la forza di tenere la testa alta quando il fango gli viene gettato a palate in faccia da ogni direzione.
Credo che una svolta sia vicina, non voglio credere che gli applausi per i politici millantatori possano continuare in eterno. A volte mi chiedo come mai i giornalisti di un certo taglio non abbiano quantomeno un quinto della dignità che i magistrati che fanno bene il loro mestiere hanno e che si sono guadagnati col sudore. Le menzogne hanno le gambe corte, mi dicono da sempre. Voglio sperare che l'adeguatezza di questa frase riportata ai giorni nostri divenga faro per chi vuole vivere in un paese migliore ed ha un briciolo di potere, qualsivoglia esso sia.

Grazie per quello che fa, e che ha fatto. "Io non ho paura di essere intercettato perchè non ho niente da nascondere": questo dovrebbe essere il motto degli uomini nuovi.

Grazie ancora,
Daniele I.

mat86 ha detto...

Oggi ho visto il programma skytg24 pomeriggio dove si è ben difeso, ha tutta la mia stima e ammirazione

incredibile come l'avvocato Pecorella abbia cercato di "distrarre" l'attenzione sul (finto) pericolo di un uso illegale dei tabulati su cui ha lavorato, e come abbia cercato di condurre la discussione sulla privacy senza andare, come dice lei, alla sorpresa dell'uovo di Pasqua, cioè ai contenuti incredibili delle indagini di De Magistris

Ignori i commenti di facinorosi come volagm, che probabilmente vengono pagati per screditarla e per disturbare la discussione

Anonimo ha detto...

sono semplicemente una persona onesta e sono con Lei, è importante che dia visibilità al suo lavoro anche perchè la sua sicurezza personale dipende dalla quantità di persone che conoscono la verità

Anonimo ha detto...

sono semplicemente una persona onesta e sono con Lei, penso sia importante la visibilità che ha dato al suo lavoro anche perchè la sua sicurezza personale dipende dalla quantità di persone che vengono a conoscenza della verità

Nicola ha detto...

Caro Genchi,
meglio fai il tuo lavoro e più ti attaccano. Questa, in Italia, è l'unica vera certezza...la morte invece è l'eterna seconda in questo lurido Paese! La mia è una constatazione, come anche lo sono i vili attacchi che ti vengono mossi in queste ore. Lo scopo sempre il solito: continuare nell'opera di demolizione delle leggi della Repubblica, in favore di leggi ad personam. NON IMPORTA, se x
fare una legge criminogena,
si mette nel frullatore una persona che gode di attestati di Altissima Stima tra i magistrati, tra cui quelli che, purtroppo, non ci sono più, come Falcone e Borsellino. Vederli "commemorati" da Alfano e Schifani poi... è un qualcosa che ti fa "girare tutti i tabulati" di questa terra.
Molti nemici Gioacchino, molto ONORE!!!
Io sono a Roma il 28 da Torino

adriano ha detto...

Gioacchino io come tanti altri sono con lei! mi raccomando non smetta di fare questo preziosissimo lavoro...
adriano bianchi

stefania petyx ha detto...

caro Gioacchino tu sei un professionista, e mi dispiace davvero vedere che ti stanno usando per far passare quella assurda legge.
sono certa che si farà chiarezza.
un abbraccio
stefania petyx

Anonimo ha detto...

Salve Signor Gioacchino..fino a qualche giorno fà non sapevo neanche della sua esistenza... non molli.. chi stà facendo un polverone è perchè ha paurta.. ma lei con questo blog.. ha fatto capire che non ne ha. Salve Cerro.

Elena Barcellona ha detto...

Ho sentito il suo nome oggi a Otto e Mezzo, prima non sapevo chi fosse.
Ho letto la presentazione del suo blog, mentre ascoltavo l'intervista della Gruber a Rutelli.
Credo nella Giustizia, ma non più in quella italiana, tanto meno in questo stato...
Spero comunque che lei possa continuare a fare il suo utilissimo lavoro, a scapito di chi, disonesto e colpevole, la vuole oscurare.
Elena

Roberto ha detto...

Per fortuna che in questo paese ci sono ancora persone come lei, le esprimo tutta la mia solidarietà e il mio sostegno.
Lei rappresenta quella parte d'Italia che crede ancora nella Giustizia. Grazie.

Anonimo ha detto...

vorrei fare un'osservazione, dopo lo spropositato attacco nei suoi confronti da parte dei politici che evidentemente temono i risultati del suo lavoro, le è stata data la possibilità di replicare , e chiarire la sua posizione verso l'opinione pubblica, solo su sky news, ben poca cosa, visto che le reti mediaset ( ma questo è comprensibile ) e le reti rai che sono pubbliche, non hanno fatto altro che sparare bordate nei suoi confronti in tutti i notiziari, per non parlare poi dei quotidiani, sia di destra che di sinistra, che mi sono sembrati allineati sulle stesse posizioni, prova del fatto che il malaffare che lei rischia di smascherare è trasversale alla politica italiana.
La prego, vada avanti e non si faccia intimorire, ormai è chiaro la cloaca si stà per scoperchiare, sono sicuro che non tutta la giustizia è asservita alla classe politica corrotta, e alla fine grazie a uomini come Lei, il dott. De Magistris,il dott. Apicella, e altri che Lei senz'altro conosce, la Giustizia, quella con la G maiuscola tornerà ad essere un'istituzione a difesa delle persone oneste, e non dei politici corrotti.
grazie: isidoro de rosa

Patrizia ha detto...

Salve Gioacchino Genchi,anche io sono di Castelbuono anche se nn ci vivo piu',ma ci ritorno quando posso.
Lei e' da esempio per tutte le persone che nn credono piu' nella giustizia,grazie infinite per il suo lavoro e per la sua umilta' con cui affronta tutto questa difficila situazione.

Anonimo ha detto...

Grazie per quello che fa.
Simone C.

marilena ha detto...

Coraggio!!!!siamo in tanti dalla Sua parte(quella della legge!)...ormai si sta diffondendo la vera informazione per cui sarà sempre più dura per quelli che amano le "balle-spaziali"!!Cari saluti Marilena

Anonimo ha detto...

Volevo ringraziarla per il suo lavoro e anche consigliarle di mettere i tabulati su emule x sputtanarli tutti questi mafiosi ladri bastardi :D (la lincerebbero lo so ... )

Anonimo ha detto...

Continua col tuo lavoro, ferma la dittatura politica....

Emanuele ha detto...

Io So, Che tu sei una persona perbene. Hai tutta la mia solidarietà! Non mollare mai, io come tanti altri ti ammiro, come ammiro tutte le persone che hanno il coraggio di giocarsi tutto per gli ideali in cui credono. Siamo tutti con te! Emanuele C.

SASUKE ha detto...

CI DOVREMMO FERMARE UN PO' TUTTI E SOFFERRMARCI A PENSARE........
IL PRIMO ATTO CONCRETO SVOLTO ALLA VELOCITA DELLA LUCE FATTO DA QUESTO GOVERNO E' STATO :L'IMPUNITA' PER LE PIU ALTE CARICHE DELLO STATO...PERFETTO COSI SI SONO MESSI AL SICURO ORA BATTONO DI NUOVO CASSA SULLA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI GIUDICI E RITONFANO SULLA LEGGITTIMITA DELLE INTERCETTAZZIONI......
MI VIENE DA PENSARE CHE FACCIA PARTE DI UN UNICO PROGETTO ......
MA NO ,NO E' SOLO UN BRUTTO INCUBO ...LA CASTA NON ESISTE I NOSTRI SONO SOLO BRAVE PERSONE BRAVI PADRI DI FAMIGLIA DEDITI AL LAVORO......ED ALLO STATO.......

Massimo ha detto...

Tutta la mia solidarietà, sperando che la gente prenda sempre più coscienza del fatto che l'informazione non si trova in TV e Giornali di REGIME!

Paola Mangiarotti ha detto...

Sig. Genchi,
io sono con lei!

Anonimo ha detto...

sono con lei. la farsa a cui stiamo assistendo in questi giorni è qualcosa di scandaloso, sia da parte di Berlusconi che di tutti gli altri politici che le fa comodo questa iniziativa.
Mastella ha il coraggio di dichiararsi vittima, ma non riesce a vergognarsi? se non ci fossero state le intercettazioni, Mastella e la sua cara consorte chi li avrebbe mai scoperti? vergognatevi tutti signori politici e, credete ancora che la gente possa avere credibilità nei vostri confronti?
dovreste andare tutti a casa a lavorare come noi per pochi euro al mese.
grazie di esistere sig. Genghi

pietro ha detto...

Questo paese avrebbe bisogno di aprire il vaso di pandora una volta per tutte

Ha il mio appoggio.

Anonimo ha detto...

Hai tutta la mia solidarietà forza e coraggio.

KEVIN ha detto...

RESISTA. Ci vuole molto coraggio, ma sappia che NON E' SOLO. Siamo al suo fianco.

Anonimo ha detto...

Gentile Dottor Genchi,
sento il suo nome la prima volta oggi, alle 16.30 di questo pomeriggio. Lei è il nemico della democrazia, pare.
Ho in orrore gli scenari apocalittici
possibili da un uso sconsiderato di tante informazioni, Orwell insegna.
Tuttavia se ho ben capito lei possiede
solo pagine di numeri telefonici e non reali intercettazioni (file audio/video). Quindi lei si occupa di segnalare non chi chiama chi, ma quando (e quanto spesso) un'utenza chiama un'altra. e non registra le telefonate. non mette microscopie.
Legge tabulati e incrocia i numeri.
Quindi l'attacco a lei è anch'esso inquadrabile in questo progetto piduista e antidemocratico di lorsignori.
Se così fosse la abbraccio forte e le auguro buon lavoro. Non si senta solo. è in prima linea, col nemico davanti, ma non solo.
Diego Maggi

Anonimo ha detto...

Grazie di esistere e di resistere, grazie di cuore.
Paolo.P.

Loredana ha detto...

Complimenti per l' intelligenza, per la tenacia, per l' onesta'.
Spero noi italiani ci renderemo conto dell' importanza del suo lavoro per la difesa della giustizia in questo povero paese.
Persone come lei riscattano migliaia di inutili come me, che passivamente si aspettano che la giustizia funzioni, nonostante i politici corrotti e auto-eletti ai quali il governo del nostro paese e' stato abbandonato.
Grazie, e' un onore solo poter scrivere sul suo blog.
Loredana Bessone

Anonimo ha detto...

caro Sig Genchi,
nel premetterle la mia solidarietà e il mio incoraggiamento per proseguire nel suo preziosissimo lavoro (sempre che glielo lascino ancora fare), mi congratulo per la breve ma intensissima intervista che ho seguito sul tg della 7. Ho immaginato il suo scrupolo e la sua preoccupazione quando ha voluto scivolare nel privato, senza nascondere che è la sua reputazione agli occhi dei suoi figli a farla preoccupare. E' importante, perchè se lei, che è una persona onesta al servizio dello Stato e di tutti i cittadini, rischia, proprio per il suo essere onesto, di venir messo alla gogna per gli interessi dei nostri politici criminali, allora chi governa l'apparato mediatico di propaganda rischia di venire eletto come il buono della situazione, vittima, paradossalmente, di chi invece è onesto e lavora per la sicurezza di tutti. Il problema è che con tale potere mediatico tra le mani, Berlusconi & C. rischiano di farla franca, e di gettare fango sulla sua persona. Lei continui a scrivere su queste pagine, quando sarà il momento, noi persone civili, pensanti e con un'intelligenza non corrotta dalla propaganda, saremo lieti di sottoscrivere, a beneficio dei suoi figli, la sua onestà e l'altissima utilità sociale del lavoro che sino ad oggi ha svolto. Coraggio, e continui a scrivere..
michele

0disse0 ha detto...

Stamattina ho sentito la sua intervista da Ferrara. Confesso che mi sono dovuto fermare, perché mi ribollivano le budella.

In passato ho subito personalmente il linciaggio mediatico ad opera di giornalisti che senza scrupoli arrivarono anche a inventare del tutto notizie, false, pur di costruire una mitologia attorno ad un caso che ha riguardato la mia sfera familiare.

Io le chiamavo le iene dattilografe.

Sistematicamente vedo che le cose non sono cambiate e che le iene dattilografe continuano a sparare "cazzate" (censuri pure la parolaccia se vuole...), serve del potere, o dei "pupari" come lei chiama coloro che si sentono/credono così potenti da essere persino al di sopra di Dio.

Più volte stamattina ho sentito parlare di "intercettazioni" di Genchi... ma sappiamo tutti benissimo, chi più chi meno, che il suo lavoro non riguarda le "intercettazioni".

Solo che questa parola, unita all'evidente quanto mal riuscito tentativo di induzione ad opera di Ferrara e di altri giornalisti di cui non ricordo il nome e non me ne dolgo a pensar male di persone che lavorano perché la giustizia abbia il suo corso.

Certo... esiste una stragrande maggioranza di magistrati anch'essi "impupati"... io stesso ne ho conosciuto in passato, pagando il prezzo della loro meschinità, ma ho ripreso fiducia nelle istituzioni dopo averla incontrata.

I miei più sinceri complimenti per la professionalità da lei dimostrata.

Ferrara e l'altro giornalista hanno continuamente fatto riferimento alle intercettazioni e a mitologici archivi segreti da lei custoditi nell'evidente tentativo di far passare il messaggio che le intercettazioni sono da eliminare.

Questa è la prova di quanto bassa sia la qualità del giornalismo italiano e che le iene dattilografe non si sono ancora estinte.

Ferrara e l'altro hanno clamorosamente sorvolato sul fatto che lei ha accennato che l'elenco dei contatti risiede nel database delle compagnie e costituisce allegato alle fatture che paghiamo.

Hanno sorvolato volutamente quando lei ha cercato di spiegare ai non tecnici che è su quell'elenco che lei sviluppa su richiesta della magistratura una ricerca ed una classifica e che non può entrare nel dettaglio della comunicazione, che invece è lo scopo di prova dell'intercettazione.

Ha tutta la mia solidarietà e quella di tantissimi cittadini che non tecnici "intuiscono" che comunque il suo lavoro è quello di una persona onesta e garantista.

La conosco come persona tenace, so che non ha bisogno di ulteriori incoraggiamenti a non demordere e cedere alla pressione "dei pupari".

0disse0

gaetano distefano ha detto...

Caro dottor Genchi,
è appena finita la puntata di Matrix che ha avuto lei come protagonista. Vedere parlare una persona con cognizione di causa ed evidente buona fede è stato un esercizio salutare in questa televisione asservita. Mentana non è riuscito a gettare ombre su di lei, che prontamente ha risposto a tono, senza alcun tentennamento. Avrà notato di certo la domanda conclusiva, esca di un populismo strisciante: il dipingerla come una persona che "guadagna bene" sul suo lavoro. Il problema dell'Italia sono le persone che non sanno fare il proprio lavoro e vengono coperte d'oro, non i professionisti onesti e capaci...

Notevole la sua allusione al rimarchevole dettaglio dei servizi messi in onda: Mentana mi sa che conosceva per tempo la tempistica dell'esplosione della bufala, esplosa dal di lui datore di lavoro... Un gioco di squadra perfetto, non crede? Allusione che forse nemmeno Mentana ha capito, altrimenti si sarebbe inalberato, come sulla storia dei piccioni con una fava, riguardo la vicenda Genchi/Boccassini...

La saluto e la ringrazio, continui a fare il suo lavoro come ha sempre fatto!

Gaetano Distefano, suo fiero conterraneo.

Ruggero ha detto...

Condivido pienamente sia il suo operato che quello del giudice De Magistris.Noi cittadini comuni non abbiamo nulla da aver ' ... paura ... ' riguardo le intercettazioni ( che non sono da quello che dicono i nostri politici sia di destra che di sinistra intercettazioni ma bensi' controlli incrociati di tabulati telefonici ) . Ho visto ieri sera Matrix , Mentana è stato patetico .... Spero che ogni cittadino italiano la pensi come me. Noi cittadini comuni ribadisco non abbiamo nulla da temere a differenza di quello che dicono i vari Rutelli , Mastella ed ecc. ecc..Sono favorevole in toto sia ad i controlli incrociati dei tabulati che alle vere intercettazioni telefoniche a 360 gradi.

Anonimo ha detto...

sono in linea solidale con Leied il suo operato; mi vergogno d'essere Italiana? No! sono "loro" a doversi vergognare.....
Rosanna

ELIA LAPENTA ha detto...

MI CHIAMO ELIA HO 30 ANNI E VORREI RINGRAZIARLA PER IL LAVORO SVOLTO E QUELLO CHE CONTINUA A SVOLGERE SISTEMATICAMENTE OGNI GIORNO E LE CHIEDO VIVAMENTE DI NON MOLLARE!!!
VORREI RESTITUIRLE IL FAVORE CHE LEI MI HA FATTO IERI SERA,FORSE LEI NON SI E' ACCORTO DI AVER DATO OSSIGENO A TUTTI NOI CITTADINI "COMUNI" ITALIANI CHE AMIAMO QUESTO PAESE E CHE NON ESITEREMMO A FARCI AMMAZZARE PER LUI,SONO ORGOGLIOSO DI AVERE UNA PERSONA COME LEI SOTTO LA MIA 0STESSA BANDIERA,SI RICORDI CHE NONOSTANTE STIANO CERCANDO DI LASCIARLA SOLA,ISOLARLA(cosa che fanno con chiunque sia scomodo e lei queste cose le sa'molto piu' di me)IO TIFO PER LEI.
COSA VOGLIO DA LEI!!!!
CHE LEI X DOVERE E SENSO DI RESPONSABILITA'MI DIFENDA E MI TUTELI CONTINUANDO A FARE IL SUO DOVERE,MISSIONE O NON MISSIONE LEI SI DEVE METTERE LA MANO SUL CUORE E CONTINUARE,IMPERTERRITO ED AGGUERRITO.PERCHE'QUESTO VOGLIAMO NOI ITALIANI "COMUNI"!!!
OGGI TANTE PERSONE COME ME NONOSTANTE I PROBLEMI SONO SICURO CHE DARANNO IL MASSIMO A LAVORO PERCHE' CI HA RICORDATO CHE AMIAMO L'ITALIA!!
"Vivi come se dovessi morire subito. Pensa come se non dovessi morire mai. Tieni però sempre presente che la vita è perenne conquista della Ragione, della Verità e della Giustizia".
GRAZIE.
elia.78@alice.it

Anonimo ha detto...

Salve sig. Genchi, sono una ragazza di 28 anni; ho seguito ieri Matrix dove Mentana non ha fatto proprio una figura esemplare. Non comprendo pienamente il suo lavoro e il percorso delle indagini, ma spero dipenda dal fatto che non è il mio lavoro! Anche se ricorda tanto film investigativi di altri tempi. Mi fido quindi del mio istinto, e provo a non farmi condizionare dai giornali e dalla tv. Sale una rabbia dallo stomaco, ad essere costretti in questo paese così strano e malato. Sono felice che esistano persone che combattono per uno stato libero, e non voglio rassegnarmi all'ennesimo sacrificio di persone oneste per far spazio ai sotterfugi, alle polemiche, al falso. Voglio la verità.

Luigi Rossi ha detto...

Non possiamo permettere ai politicanti italioti di distruggere chi fa il proprio dovere.
Pieno sostegno a te e ai tuoi collaboratori

Anonimo ha detto...

Lei ha tutto il mio rispetto.

Badiani ha detto...

Si sono accorti che conosce troppe verità, stanno provando a delegittimare il suo lavoro.
Mentana ieri sera sembrava un bambino, Lei ha fatto una gran figura da professionista preparato.


Non tutti dormono in Italia.

Anonimo ha detto...

salve!!ho avuto modo di conoscere la sua attività solo di recente,ma è bastato per capire che grande persona avevo davanti!!guardando il suo operato,la sua onestà e trasparenza,il suo rifiuto per conflitti di interesse e la sua posizione di non ricattabilità ,ho per un attimo pensato che esiste la gente onesta e pulita..e il mio orgoglio siciliano ha subito un'impennata!!Grazie!!

Anonimo ha detto...

Buongiorno Dott. Genchi volevo congratularmi con lei per l'intervista di ieri sera a Matrix.
Ha mantenuto inviolabile la dignità sua e del suo lavoro, facendo capire agli italiani che le intercettazioni sono armi importanti della magistratura per scoprire la verità su notizie di reato, sia che esse portino a condanne o ad assoluzioni. Spero che abbia contribuito a far riflettere, a cambiare il parere dell'opinione pubblica sulla nuova proposta di legge sulle intercettazioni, che non fa altro che palesare la faccia tosta e la paura delle lobby che siedono in parlamento.
Sono grato a Mentana per averle dato l'opportunità di dibattere, anche se i primi due servizi erano sottilmente tendenziosi, cmq ha fatto fare una grande figura di m. al tg5, colto nel fatto di essere spudoratamente organo di regime.

Daniela ha detto...

Forse è poco, ma ci tengo ad esprimere tutta la mia solidarietà e la stima.

ciskoman ha detto...

le esprimo la mia piu' totale solidarieta'...
la invito a continuare a smontare le bufale che circolano sul suo operato come ha fatto in modo ineccepibile ieri a matrix.
con stima
Francesco da Trecate .

Anonimo ha detto...

L'italia onesta è con lei; vogliamo la verità sul caso De Magistris e sulle stragi del 92-93 e io personalmente la ringrazio per quello che fa. Continui cosi'!!!
Giorgio

Anonimo ha detto...

Certi uomini di politica devono stare attenti a non calcare troppo il dito sulla piaga. Non vorrei mai che certi italiani iniziassero a muoversi per far piazza pulita di questi furbetti. Visto che la magistratura non ha le palle...

Alberto ha detto...

Caro Dott. Genchi, la cosa positiva della sua situazione è che adesso sappiamo dell'esitenza di una persona (che è lei)di grande statura come Falcone e Borsellino.
Ieri mentana non riusciva neanche a capire l'italiano quanto era inelligente la tua esposizione dei fatti...Sono fiero di essere SICILIANO GRAZIE A VOI

SASUKE ha detto...

CARISSIMO DOTT GENGHI IERI L'HO VISTA SU MATRIX ED E' STATO VERAMENTE ILLUMINANTE,
IL DOTT. MENTANA NON E' RIUSCITO A DISINNESCARLA(MENO MALE)............
FA BENE A FARSI VEDERE A RENDERSI VISIBILE
LEI HA CAPITO BENISSIMO A COSA MI RIFERISCO....(L'ISOLAMENTO UCCIDE)
RINNOVO I MIEI MIGLIORI AUGURI PER LEI ED IL SUO LAVORO..........
PS: IL RE DI GIRGENTI E' ANCORA MEGLIO DELLA CONCESSIONE DEL TELEFONO......
LUIGI

Anonimo ha detto...

Cari discuttanti,

sto seguiendo tutta la discussione sulle intercettazioni dalla Germania. Tutto il caso non mi risulta molto chiaro. Forse potete aiutarmi a capirlo meglio.
Da un intervento di Marco Travaglio ho capito che è il governo Berlusconi che vuole mettere una fine alle intecettazioni e che, invece, ognuno che possiede un minimo di intelligenza sociale si oppone a questa proposizione.
Sembra che Berlusa e i suoi amici non vogliono più essere esposti al pericolo di essere intercettati e poi inchiesti, indagati o altro. Gli altri dicono che con l'abolizione delle intercett. ci sarebbero stati molti più delitti.
Qua, in Germania, è apposto la sinistra e i liberali che si pronunciano contro l'intercettazione in quanto sia contro la famosa privacy. Chiedono un meno di Stato, hanno paura dello Stato onnicoscente, che mi pare un argomento assai sano. Purtroppo è lo stesso argumento che usa Berlusconi per diffendere la sua legge.

Non ho ancora capito se le intercettazioni possono essere imposti a ognuno in ogni momento o se si impegano solo dopo un legittimo sospetto, perché in Germania serve questo sospetto.

Allora, fatemi capire.
Grazie

Pippo F., Germania centrale

mimmo ha detto...

Salve dott. Genchi
vorrei solo esprimerLe la mia più sincera solidarietà. Ascoltando le Sue parole si comprende chiaramente come Lei rappresenti un chiaro esempio di dedizione allo Stato da parte di un dipendente pubblico che ama il proprio lavoro e che lo compie con serietà contro ogni teoria proposta dal "brunettismo" dilagante. Lavora così bene da far tremare i palazzi del potere che evidentemente hanno ormai troppa cenere sotto i tappeti e non stanno più in piedi. Posso solo ricordarLe che sicuramente l'ITALIA ONESTA è al suo fianco in questa vicenda che sicuramente segnerà la sua vita professionale e non solo.
Grazie
Mimmo P. da Statte (Ta)

Anonimo ha detto...

dott. genchi lei è straordinario, continui così!

Anonimo ha detto...

Non la conosco, ne mai ho sentito parlare di Lei se non in queste ultime settimane, ma se le persone si riconoscono "a pelle" direi che lei è una brava persona.

Silvio Corrao ha detto...

Sono contento che esistano ancora persone che fanno con serietà (non seriosità) la propria professione; purtroppo, in questo periodo, sembra tutto al contrario: viene attaccato chi fa bene il proprio dovere e viene gratificato chi non lo fa...
Ho anche apprezzato la sua ironia nella puntata di Matrix! Anche Mentana - pur abilissimo e intelligente - è stato messo in difficoltà...
E proprio l'ironia è uno dei mezzi che ci possono aiutare ad andare avanti nel perseguire i nostri obbiettivi...Bravo!

Anonimo ha detto...

Gioacchino grazie per tutto quello che ha fatto e farà per il nostro disastrato paese.
Io sono al suo fianco, e mi pare di capire che non sono solo!!!

Resistenza, resistenza, resistenza!!! (S. Borsellino)

Morris S.

*jitiproject* ha detto...

Ho cominciato ad interessarmi di queste vicende quando, casualmente, ho scoperto che lei, dottor Genchi, si è occupato anche delle indagini su via D'Amelio e sulle stragi del '93. Le sembrerà sconcertante ma è così; d'altra parte viviamo in un Paese in cui le notizie vanno ricercate e recepite sotto l'urlare nevrotico di certi politici. Ho perciò fatto alcuni interventi sul mio blog e ho scoperto che non ero sola a ignorare e a farmi domande. Spero di aver scritto cose vere; di certo mi sono costate molta fatica e mi dispiacerebbe se non rispecchiassero la realtà...se fosse così gentile da darmi qualche indicazione forse riuscirò meglio a tirarmi fuori dal pantano in cui mi sono ficcata con la mia curiosità. La saluto e le auguro buon lavoro, oltre che in bocca al lupo!

Francesca G. ha detto...

Signor Genchi,
innanzi tutto voglio farle i miei complimenti. Ieri sera ho seguito la trasmissione "anno zero" in cui Lei era ospite. E'stato davvero bravo a tenere testa all'"avvocatino" di una coalizione che predica la libertà del pensiero e che ha distrutto il PENSIERO DELLA LIBERTA'.
Seguo il caso De Magistris da quando è entrato nell'occhio del ciclone...o per meglio dire, da quando hanno deciso che...andava fermato! Hanno scelto un modo più elegante oggi per non farne un'altro martire....i martiri pesano, fanno paura, perchè nessuno li dimentica, ma un magistrato inquisito dalla stessa macchina della "giustizia", in cui Egli stesso opera, gli butta fango addosso e nessuno lo ricorderà più!
Bella tattica, peccato che in tutto questo abbiano sottovalutato quella parte dell' opinione pubblica che non crede in loro!!!
E' ridicolo come un inquisito, perchè presidente del Copasir, abbia la faccia tosta, senza aver prima dimostrato la sua innocenza, di poter interrogare chi lo inquisisce. Forse, forti del loro potere, sono fermamente convinti che il popolo sia solo una massa di idioti e che quindi possono fare il bello ed il cattivo tempo.
Ciò che mi duole è che la magistratura, così come i giornalisti, eccezion fatta per pochi di queste due categorie, siano molto distanti dal popolo.
Molta gente non capisce, non riesce a districarsi in questa ingarbugliata ragnatela che si infittisce sempre più, con il grosso contributo dei media, che sono sempre più gestiti da un'insana politica.
Il fatto che Lei dica d'essere un comune cittadino,lo ha ripetuto più volte anche durante la trasmissione, fa sorgere nella mente dei più semplici l'idea che Lei sia stato scelto a caso per svolgere un compito d'alta responsabilità, e nella mente di quest'ultimi s'insunua l'ida che ad aver ragione sono gli inquisiti ed i politici che "vogliono tutelare il cittadiono da simili abusi".
Persino Martelli ha messo in dubbio la Sua professionalità....Come se la legge permettesse di scegliere, per simili incarichi, dei "pinco pallino" qualsiasi.Non lo permetta a nessuno e lo dica che Lei è un Uomo di legge e non un semplice tecnico. Mi perdoni se Le suggerisco ciò, ma è importante che chi vule metterla con le spalle al muro non abbia gioco facile davanti alla Sua umiltà, prorpia delle persone intelligenti come Lei.
So che Lei, come me, è fra coloro che non regalano, a chi vorrebbe, il proprio cervello come nastro vergine su cui poter incidere tutto ciò che predicano con costante veemenza (la gallina che starnazza ha fatto l'uovo!). So che è fra quegli italiani che non accettano di sentirsi dire..."gli italiani vogliono, gli italiani pensano"....
No! Io non voglio ciò che vogliono loro ..Io non penso ciò che pensano Loro!!!
Le auguro che questo caso, che la vede coinvolto, sia la svolta di un'Italia che finalmente si sveglia dal torpore in cui è caduta.
Coraggio, ce la farete... perchè avete dalla Vostra parte tutte tutte le persone oneste, e
siamo molte di più delle disoneste!!!